lunedì 25 luglio 2011

Scienziate d'Italia



Esce per Donzelli Editore il libro di Elisabetta Strickland dal titolo "Scienziate d'Italia. Diciannove vite per la ricerca".


Si parte da una considerazione non nota a tutti: una sola donna nella storia italiana è stata insignita del premio Nobel in area scientifica. Si tratta di Rita Levi-Montalcini.
Ma c'è da aggiungere che in altri campi come la matematica nessuna donna ha mai raggiunto un riconoscimento come la medaglia Fields, in oltre 70 anni dalla sua istituzione.

Eppure non è un problema di risultati (non si contano infatti le scienziate che hanno raggiunto negli ultimi centocinquant’anni traguardi importanti), ma di stereotipi.

In questo libro si raccontano le storie di diciannove grandi donne che – dal 1861 a oggi – hanno dedicato la loro vita alla ricerca, collaborando al progresso della scienza, nonostante il ritardo della nostra politica, nonostante le difficoltà oggettive, e in una condizione palese di assenza di pari opportunità rispetto ai loro colleghi maschi.

Donne che hanno dovuto loro malgrado scontrarsi con stereotipi di genere e pregiudizi, che spesso hanno danneggiato la loro carriera e la loro vita.

Il libro di Elisabetta Strickland vuole raccontare le vicende di alcune di esse, scelte per la peculiarità complessiva delle loro vite, radiografando la società in cui si sono mosse e sottolineando l’originalità dei risultati raggiunti, senza dimenticare gli uomini che hanno creduto nel loro potenziale e le hanno incoraggiate.

L’intento è duplice: rendere un tributo al lavoro caparbio delle scienziate italiane e alla loro straordinaria intelligenza, e riflettere sul ruolo della donna nella ricerca e sui principali ostacoli alla parità nel mondo scientifico.

Le donne, alcune ingustamente dimenticate dalla storia, di cui si parla nel libro sono: Giuseppina Aliverti, Massimilla Baldo Ceolin, Margherita Beloch Piazzolla, Giuseppina Biggiogero Masotti, Rita Brunetti, Enrica Calabresi, Maria Cibrario Cinquini, Maria Bianca Cita Sironi, Cornelia Fabri, Elena Freda, Margherita Hack, Rita Levi Montalcini, Eva Giuliana Mameli Calvino, Lydia Monti, Pia Nalli, Filomena Nitti Bovet, Maria Pastori, Livia Pirocchi Tonolli, Pierina Scaramella.

L'autrice, Elisabetta Strickland, è professore ordinario di algebra l'università degli studi di Roma "Tor Vergata". Nel 2007 è stata la prima donna ad essere nominata vice presidente dell'Istituto nazionale di alta matematica. Nel 2009 ha organizzato la conferenza internazionale Women and Space con Velleda Baldoni e Alessandra Celletti.


Elisabetta Strickland
Scienziate d'Italia
Diciannove vite per la ricerca
Donzelli Editore - Collana: virgola
2011, pp. 112, € 16,00
ISBN 9788860366313


Per approfondire:
Fate le donne spaziali, non le veline - di jolanda Bufalini

Articolo tratto da  Gravità Zero 

Nessun commento:

Posta un commento